Annunci Attività Avvenimenti Parrocchia Santa Lucia Casalecchio di Reno Annunci Attività Avvenimenti Parrocchia Santa Lucia Casalecchio di Reno
Cerca
Informazioni
· Home

Annunci Attività Avvenimenti Parrocchia Santa Lucia Casalecchio di Reno - Informazioni

· Orario delle Funzioni
· Battesimo
· Catechismo
· Matrimonio

· Siti Consigliati

 Gruppi e Associazioni
· Gruppo Famiglie
· Gruppo Padre Pio
· Caritas Parrocchiale
· Le Querce di Mamre
· Circolo MCL

 Consigli Parrocchiali
· Consiglio Pastorale
· Affari Economici

 Documenti
· S.Lucia News
· Bollettino
· Adorazioni Mensili
· Vangelo per famiglie

 Storia Parrocchiale
· Dal 1961 al 1991
· dal 1992 al 2000
· Il 2001
· La Parrocchia oggi
· Foto Storiche

Invia una Email
Annunci Attività Avvenimenti Parrocchia Santa Lucia Casalecchio di Reno - Email

 Alla Parrocchia
 Al Parroco

Funzioni aggiuntive
· Home
· Archivio Articoli
· Argomenti
· Documenti S. Lucia
· Domande Frequenti
· Downloads
· Ricerca
· Siti Consigliati

Powered By

Annunci Attività Avvenimenti Parrocchia Santa Lucia Casalecchio di Reno


Via Bazzanese 17 - Tel 051-571134
Storia della Parrocchia - quarta parte




La Parrocchia di Santa Lucia oggi


- Il territorio
- Le vie
- Gli abitanti
- Le feste parrocchiali
- I gruppi operanti
- Le attività pastorali
- Le prospettive



Il territorio

Il territorio della parrocchia si sviluppa su due direttrici principali: via Porrettana che fa anche da confine con la parrocchia vicina di S. Giovanni Battista, e via Bazzanese, disposte tra loro quasi ad angolo retto. Via Calzavecchio e via Manzoni collegano le due arterie principali: in questo triangolo è collocata gran parte della parrocchia con le case quasi tutte costruite senza ordine urbanistico tra gli anni sessanta e settanta.
Questa urbanizzazione determinò la fondazione della nuova parrocchia, stralciando il territorio da Ceretolo. A nord della via Bazzanese di estendono due centri separati tra loro da via del Lavoro: quello più datato a carattere artigianale ed industriale, con relative abitazioni a servizio degli insediamenti lavorativi e quello in via di completamento detto \"la Meridiana\" a carattere residenziale con circa 1000 abitazione e relativo centro commerciale e negozi.
La chiesa si colloca in questo territorio che ricorda vagamente il numero otto, nella parte più stretta, di congiunzione dei due cerchi, come si può vedere bene dalla cartina topografica. Ne risulta una frazione di territorio casalecchiese stretto e lungo, dove la Chiesa si trova piuttosto distante, nel verso della lunghezza, dalle abitazioni della via Porrettana e da quelle di via del Lavoro oltre il sottopassaggio dell\'autostrada.

Sintetizzando, si può dire che attualmente la parrocchia risulta composta di tre nuclei principale con qualche frangia periferica:
- il nucleo della Marullina, che comprende le case che insistono su via Manzoni e via Calzavecchio;
- il nucleo che si affaccia su via del Lavoro, a carattere all\'inizio abitativo e poi prevalentemente artigianale;
- il centro residenziale \"la Meridiana\", ancora in fase di espansione, tendente a qualificarsi come \"città nella città\", e spazio autosufficiente per la varietà di servizi a disposizione.

Si comprende che non esiste in questo territorio uno spazio che svolga la funzione di centro unificante che polarizzi l\'attenzione, e possa essere punto di riferimento, una piazza che possa qualificarsi come punto di incontro.
Di conseguenza anche il complesso parrocchiale, collocato a margine delle tre zone ricordate, fatica a sviluppare la sua innata identità di punto di aggregazione sociale e religiosa.
Per molti ciò comporta implicitamente sentire l\'ambiente parrocchiale come qualcosa \"fuori\" dal proprio spazio di vita quotidiana e spesso anche come una realtà estranea perché lontana da una frequentazione abituale.

In un territorio così frammentato diventa di non facile acquisizione quel senso di appartenenza e di comunità che sta alla base di ogni aggregazione sociale e religiosa. Ciononostante la pastorale parrocchiale procede animata dai sacerdoti e dal gruppo dei collaboratori nelle direzioni già affermate in passato. La catechesi, la liturgia, la carità e l\'animazione del tempo libero sono gli ambiti entro i quali anno dopo anno la Comunità evangelizza se stessa e porta la sua testimonianza di fede e l\'annuncio della salvezza nel mondo circostante.

Le vie della parrocchia e gli abitanti

Famiglie e abitanti suddivisi per via. (I dati risalgono a Pasqua del 2001)

Il numero delle famiglie si può considerare esatto. Quello degli abitanti invece, con ogni probabilità in difetto di qualche decina di unità per la presenza di alcune famiglie, spesso extracomunitari, di cui non si conosce l\'esatto numero dei componenti

1. VIA ARIOSTO
2. VIA BAZZANESE
3. VIA BELLINI
4. VIA BELVEDERE
5. VIA BOITO
6. VIA CALZAVECCHIO
7. VIA COLLODI
8. VIA CRISTONI
9. VIA DE AMICIS
10. VIA DEL FANCIULLO
11. VIA FAROLFI
12. VIA FOSCOLO
13. VIA FUCINI
14. VIA GIOTTO
15. VIA GIUSTI
16. VIA GOLDONI
17. VIA GUERRINI
18. VIA ISONZO
19. VIA DEL LAVORO
20. VIA LEONARDO DA VINCI
21. VIA LEOPARDI
22. VIA LERCARO
23. VIA MAGNANELLI
24. VIA MANZONI
25. VIA MARZOCCHI DON CARLO
26. VIA MORO ALDO
27. VIA PAGANINI
28. VIA PANZACCHI
29. VIA PARINI
30. VIA PERTINI
31. VIA PIRANDELLO
32. VIA PORRETTANA
33. VIA PUCCINI
34. VIA RESPIGHI
35. VIA ROSSA
36. VIA SALGARI
37. VIA TASSO
38. VIA VERGA
39. VIA VIRGILIO
40. VIA ZACCONI




gli abitanti
le feste parrocchiali
i gruppi operanti
le attività pastorali
le prospettive




I quindici anni del Circolo M.C.L. \"G. Lercaro\"

Eravamo alla fine dell\'anno 1986, ed un gruppo di giovani (o presunti tali già da allora) sentì forte il desiderio di fare qualcosa. C\'era la vita e l\'attività in Parrocchia, c\'era l\'impegno sociale di alcuni... perché non coniugare le due cose? Ci provammo. E nacque il Circolo Lercaro.
Quella che segue è una breve storia di questi quindici anni, attraverso brevi flash, ricordi di fatiche, gioie, delusioni, gratificazioni.
L\'idea del Circolo nacque più o meno in questo modo. Marco mi avvicina ad una riunione in Parrocchia con fare carbonaro e mi bisbiglia serio: \"Roberto, devo parlarti\". Oddio, che è successo? Succede che gli frulla in testa un\'idea. Me la espone, sempre più serio, e io percepisco impegno e fatica: mi sono appena sposato... \"Nessun problema: la Cristina può diventare socia anche lei\". Il lavoro mi impegna molto: \"Perfetto! E\' la via migliore per portare il messaggio cristiano ai colleghi\". E il tempo per continuare a fare sport? \"Ma va; più tristo di così non puoi diventare!\"
Esaurite le obiezioni, affronto con onore la mia capitolazione. E con me capitolano altri sette ex-giovani, curiosi e felici per il progetto, e così nasce il Circolo. La sua sede? Di qua, di là, , in Parrocchia, a casa tua, a casa mia... Capitale della associazione? Zero! Però c\'è lo statuto e la voglia di fare. Auguri!
Il primo maggio l\'Eremo di Tizzano è un appuntamento irrinunciabile. Chissà se la gente viene perché il posto è bello, per il pranzo di Giorgio e del suo staff, per le mostre, o semplicemente per stare insieme in allegria. Chi lo sa. L\'importante è aggregare centinaia di persone, nonostante la pioggia (anche stavolta tutti sotto il tendone. Ragazzi, non abbiamo sbagliato un anno!). Oggi altri ci hanno imitati e \"sfrattati\" dall\'Eremo, ma il 1° maggio lo festeggiamo ancora insieme a Santa Lucia, con S. Messa e pranzo.
Gli spettacoli. Ragazzi, il comunale è pieno come un uovo! paghiamo il biglietto anche noi consiglieri, poi ci piazziamo in piedi vicino all\'uscita, come accade spesso, perché quasi ogni anno ci siamo fatti invidiare dai gestori. Roberto, da buon amministratore, conta l\'incasso e fa un sospiro, tanto sa già che anche questo verrà devoluto in beneficenza. La cassa del Circolo è quasi vuota, ma siamo contenti e orgogliosi.
Turismo. \"Molto, ma molto bene\", esclama Maurizio azzannando una fetta di sacher torte al tavolo di un ristorantino sulle rive del Konigsee, laghetto d\'incanto in Baviera. Un pullman pieno, la gente entusiasta della gita a Salisburgo e dintorni. Bei ricordi, come lo sono quelli della Costa Azzurra, di Siena e San Giminiano. E mi viene da pensare che, nonostante la riuscita dei viaggi e delle gite del Circolo, da un po\' abbiamo interrotto la buona usanza. Peccato. E se ricominciassimo?
La \"fiammella\". Organizziamo un a conferenza sul Terzo Mondo in biblioteca. E\' interessante, il relatore è bravo, ma siamo solo una dozzina, compreso lui. Due giorni dopo ci ritroviamo in Parrocchia un po\' delusi; non è la prima volta e forse non sarà l\'ultima. Alcuni incontri, dei tanti organizzati, sono andati bene, ma altri non hanno visto premiato il nostro sforzo. La delusione fa sentire di più la stanchezza: abbiamo famiglia e lavoro che ci impegnano, e il tempo è sempre meno. Che facciamo, molliamo? Interviene uno di noi, tosto e deciso: \"Ragazzi, se lasciamo noi, nessuno riempirà il vuoto. Il messaggio cristiano nel campo sociale e culturale, l\'aggregazione di persone che si riconoscono nel nostro mondo e che stanno bene insieme, nell\'impegno e nello svago, non vanno buttati. Teniamo accesa la fiammella a Casalecchio, ritornerà fuoco con il tempo ed un po\' di pazienza\". Questo è l\'invito che ci ha rivolto anche il nostro Cardinale Arcivescovo. Proviamo!
I dieci anni del Circolo e l\'inaugurazione della nuova sede presso la nostra Parrocchia di Santa Lucia li ha voluti festeggiare con noi il Cardinale Giacomo Biffi. Presidente del Circolo per caso e oratore per obbligo, sono emozionato nell\'introdurre il discorso dell\'Arcivescovo. E\' l\'anno 1997 e finalmente, grazie anche al nostro assistente spirituale e parroco Don Bruno, abbiamo una casa. Il Cardinale ci incoraggia e ci sprona; la stanchezza del passato sparisce in fretta ed il salone grande gremito di gente ci fa ben sperare per il futuro.
\"E questo dove lo mettiamo a sedere?\" Michele vede aprirsi di nuovo la porta di ingresso e mi guarda un po\' preoccupato e un po\' divertito. Aggiungi un\'altra sedia di fianco al Sindaco, tanto sta parlando e per un po\' non se ne accorgerà! E\' il 3 dicembre 2001 e la sala parrocchiale è ormai la limite del collasso, con oltre cento persone attente alle risposte del Sindaco e del Vicesindaco di Casalecchio. Ormai è una tradizione per il Circolo, che organizza annualmente per i propri soci e simpatizzanti un incontro con le più alte istituzioni del Comune che - volentieri - si mettono sulla \"graticola\" delle domande nel contatto diretto e concreto con i loro cittadini. E\' uno degli incontri ben riusciti di questi ultimi anni, grazie anche all\'impegno e alla pazienza di tutti i membri del Consiglio e del nuovo presidente.
Abbiamo tanti capelli bianchi, chili e anni in più. L\'unica cosa rimasta come quindici anni fa è la cassa - ancora vuota - ma la fiammella è diventata un falò.









Copyright © by Parrocchia di Santa Lucia - Casalecchio di Reno All Right Reserved.

[ Indietro ]
All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest
Adempimenti legge 2001/62

Web site engine's code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 0.066 Secondi